Casa » Blog » Il collegio elettorale: cenni storici

Storia, Politica

Il collegio elettorale: cenni storici

Visualizzazioni: 484 Sorprendentemente, poche persone negli Stati Uniti si rendono conto che quando hanno votato il giorno delle elezioni per il presidente degli Stati Uniti, la loro parte individuale ...

by Joe Hopkins

Pubblicato il:

aggiornato:

4 min letto

Sorprendentemente, poche persone negli Stati Uniti si rendono conto che quando votano il giorno delle elezioni per il Presidente degli Stati Uniti, la loro parte individuale della "volontà generale" passa attraverso un aggeggio come l'Electoral College; che il loro voto sia filtrato attraverso un dispositivo che ne valorizza o svaluta il voto, secondo una formula corrispondente al numero di persone che vivono nei vari stati in cui risiedono.

Agli americani in generale, anche a quelli che effettivamente si registrano e votano, è stata venduta l'idea di "una persona, un voto". Questo è ciò che significa democrazia, giusto? Ma non viviamo in una democrazia, bensì in una repubblica rappresentativa. La nostra espressione individuale della volontà generale è strettamente limitata ai confini dello stato in cui viviamo. I nostri voti contano solo per eleggere i veri elettori: "... rappresentanti le cui visioni illuminate e sentimenti virtuosi li rendono superiori ai pregiudizi locali e agli schemi di ingiustizia"., Ad essere onesti, James Madison si riferiva alla rappresentanza in generale, ma anche il fatto che il nostro voto sia espresso da un rappresentante mostra quanto generalmente siamo rappresentati da questi rappresentanti generali. E Madison ci ha spiegato il motivo, la principale ragione pubblica. Discuteremo le ragioni nascoste dopo aver considerato come il collegio elettorale distorce il valore dei voti che lo attraversano.

Al mezzo milione di persone che vivono nel Wyoming vengono assegnati 3 voti elettorali, indipendentemente dal numero di elettori registrati o dal numero effettivo di voti espressi. Ai 34 milioni di abitanti della California vengono assegnati 55 voti elettorali. Secondo questa formula la California dovrebbe portare 204. Cose che ti fanno andare, eh?

         Questo ci porta a porci alcune domande ovvie,

         #1. Perché un'idea come il Collegio Elettorale è stata presa in considerazione in primo luogo?

         #2. Perché è stato istituito questo uccisore dell'uguaglianza democratica?

Come per l'idea di rappresentazione, il principale architetto dietro l'Electoral College è stato James Madison. Nessuno dei motivi addotti per il Collegio elettorale esiste ancora, sebbene l'insidiosa diavoleria del Collegio elettorale sopravviva.

La Dichiarazione di Indipendenza fu adottata il 4 luglio 1776; sancito nel primo paragrafo si può trovare: “Riteniamo che queste verità siano evidenti, che tutti gli uomini sono stati creati uguali, sono dotati dal loro Creatore di alcuni diritti inalienabili, che tra questi sono la vita, la libertà e il perseguimento della Felicità ... Che ogni volta che qualsiasi forma di governo diventa distruttiva a questi fini, è diritto del popolo modificarla o abolirla ".,

Nobili luoghi comuni questi: un sofisma, in un paese che possedeva, comprava, vendeva, rapiva, commerciava e allevava schiavi umani. Non una menzione della schiavitù in tutto questo documento, anche se la retorica che ne consegue farebbe credere che i ricchi uomini bianchi che hanno firmato questo pezzo di carta non fossero altro che poveri schiavi maltrattati del re d'Inghilterra.

Poi, arriva la Costituzione degli Stati Uniti; all'articolo I comma 2 è introdotto il collegio elettorale. È in questo articolo e sezione che il governo degli Stati Uniti accetta e sanziona la schiavitù, attraverso il veicolo del Collegio Elettorale.

"Alla convention di Filadelfia, il visionario Pennsylvanian James Wilson ha proposto l'elezione nazionale diretta del presidente", secondo un saggio pubblicato in Dopo il voto popolare.,  La Pennsylvania era uno stato libero. “Ma in un discorso chiave del 19 luglio, l'esperto virginiano James Madison ha suggerito che un tale sistema si sarebbe rivelato inaccettabile per il Sud: 'il diritto di suffragio era molto più diffuso negli stati del Nord che in quelli del Sud; e quest'ultimo non poteva avere alcuna influenza nelle elezioni sul punteggio dei negri».,

“In altre parole, in un sistema elettorale diretto, il Nord sarebbe più numeroso del Sud, i cui numerosi schiavi (più di mezzo milione in tutto) ovviamente non potrebbero votare. Ma l'Electoral College - un prototipo di cui Madison proponeva in questo stesso discorso - lasciava invece che ogni stato del Sud contasse i suoi schiavi, anche se con uno sconto di due quinti, nel calcolare la sua quota dell'intero collegio elettorale. 

“La Virginia è risultata la grande vincitrice… Dopo il censimento del 1800, il libero stato della Pennsylvania di Wilson aveva il 10% in più di persone libere rispetto alla Virginia, ma ha ottenuto il 20% in meno di voti elettorali. Perversamente, più schiavi la Virginia (o qualsiasi altro stato) comprava o allevava, più voti elettorali riceveva. Se uno stato schiavo liberasse i neri che poi si trasferissero al nord, lo stato potrebbe effettivamente perdere voti elettorali.,

Da quanto precede, ogni lettore attento di questo saggio è tenuto a vedere che con l'accettazione del Collegio Elettorale nella Costituzione è diventato un aggeggio politico trainante che non solo ha accettato e sanzionato la schiavitù, ma ha promossa schiavitù.

La guerra civile fu combattuta non per abolire la schiavitù ma per far sì che le due economie che si sviluppavano in questo continente rimanessero unite sotto l'egida di un unico governo. Il Nord ha fatto un'acquisizione ostile del Sud in senso corporativo.

Sicuramente la bilancia è caduta da qualsiasi occhio cieco; chi ha occhi per vedere guardi la radice marcia da cui è cresciuto il Collegio Elettorale.

HJ 109 IH è stato proposto dal senatore John Conyers, et al, al 108th Congresso dell'8 ottobre 2004. Diceva in parte:

RISOLUZIONE CONGIUNTA 
Proporre un emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti a
prevedere l'elezione diretta del Presidente e del Vice Presidente da parte del
voto popolare di tutti i cittadini degli Stati Uniti d'America indipendentemente dal luogo di residenza.      
Risolto dal Senato e dalla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d'America riuniti al Congresso (due terzi di ciascuna Camera concorrente), 
Che il seguente articolo si propone come modifica dell'art
Costituzione degli Stati Uniti, che sarà valida a tutti gli effetti e
scopi come parte della Costituzione degli Stati Uniti quando ratificata dai legislatori di tre quarti dei diversi stati: Articolo - 
SEZIONE 1. Il Presidente e il Vice Presidente sono eletti congiuntamente da
voto diretto dei cittadini degli Stati Uniti, indipendentemente dal fatto che i cittadini siano residenti o meno in uno Stato.

La Sezione 1 di questa Risoluzione Congiunta rappresenterebbe davvero un enorme passo avanti verso il nostro obiettivo di uguaglianza e giustizia. La sezione 1 coinvolgerebbe ciò che è stato conosciuto in passato come la classe pericolosa nell'essere in grado di determinare il proprio destino insieme al resto di noi. Questa sezione libererebbe quei cittadini più vittimizzati, gli indigenti e i senzatetto.

Vedi anche il mio altro articolo su questo argomento: 'Il Collegio Elettorale: come funziona'


,James Madison, scrivendo Il Federalista #10, citato in La Dichiarazione di Indipendenza e altri grandi documenti,John Grafton, editore (Dover Publications, 2000), p. 41

,Grafton, Sopra, op. cit., 6-7

,Il saggio di Akhil Reed Amar e Vikram David Amar “Why Old and New Arguments for the Electoral College Are Not Compelling”, cita Max Farrand, ed. Gli atti della Convenzione federale del 1787per questo punto, 1: 68-69 Il saggio di Amars è citato in John C. Fortier, Editor, Dopo il voto popolare: una guida al collegio elettorale(AEI, 2004), pp. 58 – 59.

,Farrand, ed., op.cit., 1:56-57

Foto dell'autore
Autore

Articoli Correlati

Storia, Relazioni internazionali, police, Politica

Un enigma della guerra fredda: chi ha dato inizio alle purghe staliniste nell'Europa orientale?

Dal 1948 al 1954, un paranoico Stalin ha supervisionato massicce epurazioni nei paesi del blocco sovietico dell'Europa orientale. Ma la CIA ha sfruttato la sua paranoia per "indebolire il comunismo"?

4 min letto

Book Review, Classe, police, Politica

Ineguale davanti alla legge

L'élite politica e aziendale è ora libera di commettere crimini impunemente. La loro immunità contrasta con la dura punizione di reati anche minori commessi dalla gente comune.

3 min letto

Classe, Storia, marxismo, Politica, Socialismo

L'umanità o il proletariato? Recensione della controversia su Turner

Il famoso oratore pubblico Tony Turner è stato membro dell'SPGB dal 1931 al 1955, quando si dimise per porre fine a un aspro conflitto interno sulle sue opinioni controverse.

4 min letto

Economia, Ambiente, assistenza sanitaria, Notizie, Politica, Scienze

Perché la carenza di forniture mediche?

Perché le forniture mediche sono così scarse? Questo studio spiega i motivi principali e presenta tre casi di studio: mascherine respiratorie, ventilatori e vaccini.

16 min letto
Sottoscrivi
Notifica
ospite
Questo sito utilizza il plug-in di verifica utente per ridurre lo spam. Guarda come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Condividere a...