Casa » Blog » Guerra in Ucraina: basta!

Relazioni internazionali, Guerra

Guerra in Ucraina: basta!

La guerra in Ucraina sembra avviarsi verso una situazione di stallo. È necessario un cessate il fuoco senza indugio. Il prolungamento delle ostilità può solo portare ulteriore devastazione in Ucraina e aumentare il rischio di un'escalation verso un Armageddon nucleare.

by Stephen Shenfield

Pubblicato il:

aggiornato:

2 min letto

I risultati recenti delle operazioni militari sono contrastanti per entrambe le parti.

In Oriente, l'occupazione di Severodonetsk dà alle forze russe il controllo di oltre il 90% della provincia di Lugansk. Presumibilmente ora prenderanno di mira la metà occidentale della provincia di Donetsk per completare la loro conquista del Donbass.

Nel sud-est l'esercito russo ha finalmente completato la cattura di Mariupol. C'è carenza di acqua dolce in città. Si teme un'epidemia di colera.

Nel sud-ovest, invece, le truppe ucraine hanno difeso con successo Mykolaiv e stanno avanzando verso Kherson. Le linee di rifornimento russe sono estese in quest'area, mentre le linee di rifornimento ucraine sono relativamente brevi. Ora è dubbio che le forze russe saranno in grado di raggiungere l'obiettivo di isolare l'Ucraina dall'intera costa del Mar Nero.

La guerra di logoramento potrebbe lentamente andare verso una situazione di stallo, con entrambe le parti che hanno il fermo controllo delle aree in cui si trovano nella posizione più forte. Speriamo che sia così, perché una situazione di stallo offre le migliori possibilità di un cessate il fuoco e di seri negoziati. 

Tuttavia, questa prospettiva è minacciata dal massiccio flusso di armi dall'Occidente, che ora include artiglieria pesante, carri armati, droni e persino aerei. Queste armi accendono la speranza irrealistica di cacciare le truppe russe dall'intera Ucraina e quindi prolunga la guerra. Passando i fondi per dotare l'Ucraina di armi più potenti, il Congresso ha votato proprio per questo: prolungare la guerra.

Ma questa è follia. Per l'Ucraina una guerra più lunga significa ancora più territorio ridotto a terra desolata, migliaia di giovani uomini e donne in più (perché anche le donne stanno combattendo) uccisi e mutilati, milioni di profughi in più e l'inizio della peste e della carestia. Che tipo di "amici" sono quelli che sottoporrebbero l'Ucraina a simili calamità? 

Per il mondo, una guerra più lunga significa un rischio continuo e crescente di un'escalation verso l'Armageddon nucleare. Teniamo sempre presente che la situazione attuale non ha precedenti. La Russia e la NATO non sono mai state così vicine alle ostilità dirette. 

Ci sono diversi modi in cui questi potrebbero scoppiare in qualsiasi momento. Uno è uno scontro o una collisione tra forze navali e/o aeree nel Mar Nero o nel Mar Baltico o nello spazio aereo sovrastante. Tali incidenti si sono verificati in passato. 

Oppure la Russia potrebbe attaccare una colonna di camion, un treno o un aereo che consegna armi all'Ucraina. Il vice ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha avvertito che la Russia considererà i "convogli" di armi in Ucraina come "obiettivi legittimi".

Un altro punto critico è l'exclave di Kaliningrad, una provincia della Russia separata dal resto del Paese da territori appartenenti ad altri stati – Polonia, Lituania, Lettonia, Bielorussia (vedi Mappa). I primi tre sono membri della NATO e dell'UE. Dal 18 giugno, la Lituania - in conformità con le sanzioni dell'UE contro la Russia - non consente l'attraversamento del suo territorio di treni e camion diretti a Kaliningrad se trasportano determinati tipi di merci (come alcol, metalli, legname, vetro, cemento e fertilizzanti ). Queste merci ora devono essere fornite via mare da San Pietroburgo. In inverno questo sarà più difficile e costoso. Gli analisti temono che la Russia possa tentare di aprire un corridoio di transito con la forza. La NATO dovrebbe rispondere a tale violazione della sovranità di uno stato membro. 

C'è anche il rischio di un'escalation nella fornitura di nuovi armamenti occidentali ad alta tecnologia all'Ucraina. È dubbio che le truppe ucraine saranno in grado di fare un uso efficace di tali attrezzature sconosciute. La prossima richiesta del governo ucraino potrebbe essere che i consulenti tecnici occidentali aiutino le loro truppe a utilizzare, mantenere e riparare l'equipaggiamento occidentale. Ma i consiglieri scivolano facilmente nel ruolo di combattenti diretti. Quindi l'Occidente sarà direttamente in guerra con la Russia.

A noi socialisti non importa quale stato controllerà questo o quel pezzo di proprietà immobiliare. Abbiamo una sola richiesta riguardo alla guerra in Ucraina: che le ostilità cessino senza indugio. Quando è troppo è troppo! Smettere di combattere! Cessate il fuoco! Naturalmente, saranno necessarie alcune misure per far rispettare il cessate il fuoco: zone di disimpegno, dispiegamento di forze di mantenimento della pace e così via. La comunità internazionale ha l'esperienza necessaria in queste materie. 

Tag: cessate il fuoco, stallo

Foto dell'autore
Sono cresciuto a Muswell Hill, a nord di Londra, e sono entrato a far parte del Partito Socialista della Gran Bretagna all'età di 16 anni. Dopo aver studiato matematica e statistica, ho lavorato come statistico governativo negli anni '1970 prima di entrare in Studi Sovietici all'Università di Birmingham. Ero attivo nel movimento per il disarmo nucleare. Nel 1989 mi sono trasferito con la mia famiglia a Providence, Rhode Island, USA per assumere una posizione presso la facoltà della Brown University, dove ho insegnato Relazioni Internazionali. Dopo aver lasciato la Brown nel 2000, ho lavorato principalmente come traduttrice dal russo. Sono rientrato nel Movimento Socialista Mondiale intorno al 2005 e attualmente sono segretario generale del Partito Socialista Mondiale degli Stati Uniti. Ho scritto due libri: The Nuclear Predicament: Explorations in Soviet Ideology (Routledge, 1987) e Russian Fascism: Traditions, Tendencies, Movements (ME Sharpe, 2001) e altri articoli, documenti e capitoli di libri che mi interessa ricordare.

Articoli Correlati

Storia, Relazioni internazionali, Notizie, Terrore

Pogrom contro i palestinesi a Gerusalemme

Il Congresso degli Stati Uniti ribadisce il suo sostegno incondizionato a Israele nonostante il pogrom anti-palestinese a Gerusalemme. Uno sketch satirico

3 min letto

Politica, Guerra

Da Obama a Trump: un termidoro arancione?

Visualizzazioni: 614 Di Stephen Harper (SPGB), 13 novembre 2016 'Il suo armadio spoglio; his vision hardwired' — Wire, 'Internal Exile' Come ha twittato qualche burlone dopo il recente presidenziale...

4 min letto

Book Review, assistenza sanitaria, Storia, Gli Sport , Guerra

Calcio e guerra

Visite: 727 Negli Stati Uniti il ​​gioco si chiama calcio o calcio nel resto del mondo si chiama sempre calcio. Il football americano è molto...

2 min letto

Capitalismo, assistenza sanitaria, Alloggiamento, Politica, Guerra

Notizie dal Canada - luglio 2022

I nostri compagni del Partito Socialista del Canada discutono del costo della vita, della carenza di medici di famiglia, coyote, risultati elettorali, rifugi per donne, armi, aborto e affitti.

4 min letto
Sottoscrivi
Notifica
ospite
Questo sito utilizza il plug-in di verifica utente per ridurre lo spam. Guarda come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Condividere a...